Feeds:
Posts
Comments

Archive for November, 2009

Advertisements

Read Full Post »

Sky alla riscossa: ecco la mossa geniale anti DTT. Ovvero, come trasformare un nemico in un involontario alleato
Ecco spiegato il silenzio di questi mesi. Era chiaro che Murdoch prima o poi avrebbe reagito agli schiaffoni di Rai e Mediaset. Inizialmente si pensava che la reazione dell'Australiano passasse dai contenuti, da sempre la sua principale arma.
Invece no, o almeno non solo. Del resto, il timido lancio di prodotti più o meno innovativi come Fox Retro lasciava presagire qualcosa di più robusto. Così, il Grande Vecchio dell'editoria mondiale ricambia gli scappellotti presi con una sberla tecnologica, che è un'astuzia che lascia basiti i concorrenti. Trasforma il nemico in un inconsapevole alleato e con una semplice USB realizza quello che la sonnolente Agcom avrebbe dovuto imporre da tempo: il decoder unico. Ma Murdoch lo fa - come sempre - a modo suo, a senso unico, nella direzione della sua saccoccia. Come? E' presto detto. 
Da dicembre gli utenti di Sky e i delusi o i confusi del DTT (che, a differenza di quel che vorrebbe far credere il governo, sono molti di più di quel che si pensa), che lo Squalo aspetta a pinne aperte, potranno collegare al decoder della pay tv sat una chiave USB, già battezzata Digital Key, che altro non è che un sintonizzatore DVB-T (collegato ad un'antenna tv tradizionale), che consentirà di vedere senza troppe complicazioni, in aggiunta ai programmi sat (free e pay), anche i programmi liberi del digitale terrestre. Collegata al decoder SKY HD o My Sky HD, la Digital Key consentirà di accedere a tutti i canali in chiaro disponibili sul digitale terrestre in un modo “straordinariamente semplice ed economico”, precisano dal quartier generale di Santa Giulia. “Infatti – spiega Sky sul proprio sito – la “Digital Key” integrerà nella Guida TV SKY la programmazione dei canali dtt consentendo di fare zapping su tutta l’offerta digitale in chiaro senza cambiare telecomando. In questo modo l’abbonato SKY avrà a disposizione un’ampissima offerta di canali televisivi digitali, accedendo oltre che al bouquet di canali tematici e in Alta Definizione di SKY, anche a tutta l’offerta in chiaro presente sia sul digitale terrestre che sul satellite”. Così facendo, il decoder Sky diverrà (o resterà) la centrale di comando della tv domestica e, ancora una volta, l’Australiano potrà prendere per le corna gli utenti. Ovviamente i concorrenti, la novità, non l’hanno mandata giù proprio bene. In particolare RAI, che con il mancato rinnovo del contratto con la pay tv satellitare pensava di aver messo il canguro nel sacco. Ora in Viale Mazzini sudano freddo, perché quel che è uscito dalla porta (i programmi free del servizio pubblico), rientra dalla finestra. E gratis. Un colpo di genio, non c’è che dire, perché il Cavallo morente è ora secco. Questa la dichiarazione RAI alla notizia: "La direzione Generale rileva che nonostante la consueta corsa alle dichiarazioni ad effetto, non vi è, ne vi può essere, alcuna relazione tra la scelta industriale e strategica dell’azienda di non rinnovare il contratto con Sky e le possibilità che quest’ultima consenta, con le modalità oggi presentate (ma note al settore fin dall’inizio del 2009) la visione del digitale terrestre.  Cosa questa ben nota anche a Sky che ha, come sanno tutti, a lungo insistito per rinnovare il contratto per l’intero bouquet Rai a titolo oneroso. La Rai peraltro non può che auspicare la più ampia diffusione possibile del digitale terrestre gratuito, anche per le enormi potenzialità pubblicitarie che deriverebbero dalla fruizione dei suoi attuali dodici canali digitali terrestri, la maggiore offerta free europea. Non a caso in tutte le occasioni pubbliche Rai ha sempre sollecitato il decoder unico che offrirebbe maggiori garanzie qualitative e rispetto per le vere esigenze dei telespettatori". Nota alla quale il consigliere di amministrazione RAI Nino Rizzo Nervo ha così risposto: ''Dopo la nota della direzione generale mi corre l'obbligo di precisare che la mia non e' stata ''una dichiarazione ad effetto'' ma l'amara constatazione che la rottura con Sky e' stata una scelta sbagliata anche strategicamente che provochera' alla Rai soltanto danni economici. La direzione generale rivela per la prima volta che sin dall'inizio del 2009 conosceva le modalita' oggi annunciate da Sky per la ricezione del digitale terrestre non accorgendosi della gravita' di quanto affermatoil consiglio di amministrazione della Rai non e' stato, infatti, mai informato dalla direzione generale di una notizia che, se conosciuta, avrebbe in premessa reso inopportuna la rottura con Sky, inutile il criptaggio effettuato da Rai sin dal mese di agosto e scellerata anche la sola ipotesi di discesa dalla piattaforma''. Le polemiche sono attese.
19/10/2009 21:47

Read and post comments |
Send to a friend

Read Full Post »

Would you spend 75 euros/night in Italy for this room…


in this building….


(ok it's  Perugia, but not in the center – really on the border of it)

OR

50 euros/night in France for this room..

in this building ?

(ok, you have to add €12 for parking if you have a car)

The question is, is Italy competitive ? Perugia in room #1, or Nice in room #2 ? 

Read and post comments |
Send to a friend

Read Full Post »

La voce di Herbert Pagani incanta, oggi come quando avevo 7 anni.
Anni fa ho visto dei fiori con una lapide, nella passeggiata tra Santa e Portofino (quella in alto), credo qualcosa di lui riposi li.

Read and post comments |
Send to a friend

Read Full Post »

November walk

Walking on the promenade, one can see many people…running, listening to music, talking, swimming, working out their dog…

and  then, just after Le Meridien…here'comes La Dispensa!

Read and post comments

|

Send to a friend

Read Full Post »

Sights & Sounds

Here I'm again, for an afternoon of work…but with time for a walk at sunset!



 Therefore, here are some sights from a sunny day in nice (and also a video of an open-air piano player!)….

(a customer like me, deserve a room with a balcony with a great view of course!)

 

Read and post comments

|

Send to a friend

Read Full Post »

This is a movie that deserve to be seen on a very large screen, with a very good sound and possibly in all-digital mode.


So we went to the Cathedral again, on a rainy saturday night yesterday.

Well, much – probably all – has been written about this movie already, so I'll focus on only two points..

Image and Audio Perfection.

This is an all-digital production, something rare to see. Most "digital" film are really shoot on film, and then scanned into 2k digital master. But this was filmed in digital, with the incredible "RedOne" camera. Ar at least part of it were (some images were "HD" – and it was easy to see the difference, expecially in the depth of colors, and some in SD television – frames were smaller in these cases).

Having the possibility to see it at Arcadia, with a Christie Digital 2K projector, with 7 channels of audio, in a THX equipped theatre is really something.

The image was superb, and this photo  I've taken

 cannot really show it. But perhaps having a look at the screen dimensions may help:


But the big part was audio. the dynamic range, the clear sound was really something. It has to be noted that in digital cinema there is no audio compression, no "mp3" or whatever: it is pure digital, uncompressed sound.

So this presentation with a movie that can drive one to tears resulted in applause after every song, in people crying "I love you", and ended in love, love for him, for his music and for our world.

Which is what MJ was telling us. 

So I think he succeeded. Thank you Mike.

Our media system

And this is the other point.

The media, the worldwide media, has told us for years about a different MJ, one who slept with children, addicted to drugs, one who wasted all his money, totally isolated from the rest of the world and so on.

But looking at this film we can clearly see it was not so.

I'm of course sure  the children were sent to his house by "parents" who wanted to be able to sue him and steal some of his money,  

But all the other stories?

I already knew this for Italian press (or media system in general), but now I think it is clear for the worldwide media system: We cannot trust the press, we cannot trust the media, we're better switch it all off.

And go discover the truth on our own, on the web or directly, personally, when this is possible.

—-

We exited the theatre with tears on our faces. Yes, this was it.





Read and post comments

|

Send to a friend

Read Full Post »

Older Posts »